mercoledì 9 febbraio 2011

☕ MOMMY THRILLER WEEK • Fear ☕

Un'emozione mi pervade (ma più che emozione direi Paura!): Mommy Thriller + Mark Uolberg: si può chiedere di più dalla vita? Guardate che poi Paura è la prima vera prova attoriale del grande Uolberg, paura! No perché poi Uolberg ha tutto questo passato da rapper bianco che uno alle volte se lo scorda! Marky Mark!
Paura! Anche dei pacchetti di drogaina tagliati col coltello (ma poi non ci mettono mai lo skotch dopo, ma non gli cade tutta la drogaina? Indagare con Medelin). Paura! Paura anche del pisellone ©Diggler:

Passiamo al film che qui stiamo parlando di MmmThrlr non è che possiamo metterci a spiegare il RAP alle nostre mamme, non sia mai poi che entriamo nella sfera sessuale! AH NO! Si comincia con:
Reesee Whinterspoon (o come si scrive) non mi piace, mai, lei e la sua scucchia infinita, ma quanta scucchia ha? Qui è poco più che teen-ager e già fastidiosissima. Vera cocca di papà (il capoccione di CSI, che doveva fare il botto a Hollywood dopo Vivere e Morire a Los Angeles e Manhunter, poi invece gli è venuta la panzetta e via di 15 serie di CSI). Insomma lei è la cocca e però c'è anche questo piccolo particolare: c'ha voja de scopà. E chi sceglie? Ma chi se non:
Ma certo! Uolberg! Paura! Guardate che Uolberg in questo film sfoggia il meglio del meglio del cattivo da Mommy Thriller. Allora. Prima tra tutti inizia la sua storia d'amoremorte in un improbabile Rave, salvando la protagonista dal raid della polizia, portandola sul tetto e facendo:
Capite da voi che le sta automaticamente facendo una rettoscopia. Ma il suo meglio lo dà al primo appuntamento. Ascoltate bene il dialogo e - maschi - IMPARATELO A MEMORIA, perché se lo saprete ripetete PAROLA PER PAROLA è "scopata sicura":
video
(Pesce fresco o surgelato. Anche io certe litigate). Ché le ragazze non è che ci credono a queste cose. Cioè loro lo sanno che voi vorreste solo mettere le mani in caciare anche dopo uno/due minuti, ma alla fine non ce la fanno proprio, alla fine ci credono. Anfatti, il romanticone Uolberg, al secondo appuntamento, fa subito meta:

VAI UOLBERG sei tutti noi! Sei proprio un caciarone! Quindi, Uolberg è  un tipino a modo, che piace alle ragazze per il suo fisico asciutto, per il prosciutto nelle mutande, per le parole romantiche e per le sue mani in caciara. Certo, ha degli hobby particolari, come ad esempio appendere le foto romantiche vicino a quelle segnaletiche:
Oppure chessò, tatuarsi con la biro, proprio come un vero gangsta rappa delle dolci frasi (4 EVA???) d'amore sul petto cesellato:
Paura! Inoltre è il tipo che si ascolta a smazzetta i BUSH:

(che per inciso io andai a vedere anche in concerto milioni di anni fa quando eravamo tutti un po' rock/grunge/skunkanansie. Paura!). Ma che volete che sia, l'amore è cieco. Certo è anche vero che, essendo l'Imperatrice una figlia di papà e avendo il papà che lavora nei CSI si creano problematiche evidenti di tracce. Ad esempio bisogna pulire le scene del crimine, sennò arriva papà e trova i reperti della baldoria:
e siccome è fissato col Luminol, poi sono guai:
Ma in fondo per amor di genitore si passa sopra tutto, si passa sopra pure a tua figlia che ti dice "Papà, mi piace perché ha un pene enorme". Paura! Si passa sopra anche ad un'altra scena topica dei Mommy Thriller: quando uno ha CAPITO TUTTO e NESSUNO GLI CREDE, tutti gli danno del paranoico rompicoglioni, anzi, pure se va dalla polizia rischia di passare pure dalla parte del torto! Maledetti! Certo non si dovrebbe passare sopra al fatto che pur essendo un film del 1996, sembra uscito dritto dritto dal 1986:
Pantaloni ascellari, costumi port-cross, bolerini, tutto molto gangsta rappa. Paura! Ordunque la storia va avanti, tra amore e violenza. Sì perché Uolberg fa la pecorella smarrita ma in realtà è un gran furbone, uno che la vita se la gode fino all'ultima oncia:
Uno che non ha pietà, e infatti nel film ci sono addirittura TRE:
Il primo è l'amico (senza benefit) di Resee, Uolberg prima lo mena, poi lo minaccia e alla fine gli spezza il collo. Poi c'è il classico poliziotto che ancora non ha imparato a farsi gli affaracci suoi! Infine...no, questo è tosto...lo rimandiamo. Il finale logicamente si svolge ne:
Che è la casa dove vive la sacra familia di Resee, costruita dal padre (che è un architetto - e che bello vederlo lavorare a dei rendering fatti con Paint e dire al telefono "ecco, il progetto ti arriverà via corriere domani mattina" oppure "facciamo una videoconferenza". Belli e snelli i tempi pre-internet!). E siccome la casa nasconde ma non ruba, ecco che alla fine assistiamo impotenti (mica come Uolberg) all'assedio della famiglia da parte della cricca di Uolberg, che non si esime dalla scena magistrale che ogni Diavolo di Mommy Thriller DEVE fare: la scena dello spioncino (ne avevamo trovata una anche qui):
Paura! Alla fine Uolberg riesce ad entrare e ci regala una splendida:
SCENA DEL COLTELLO
(Che ripetiamo, è la scena dove alla protagonista spunta il pisello, tipo quello di Uolberg). Questa volta invece di un coltello c'è un kalumet della pace (non chiedete):
Sarà morto? MACCHE'! Deve ancora arrivare:
E  chiaramente non poteva che essere Padre Coraggio ad uccidere colui che ha macchiato la figlia del peccato mortale. E lo fa trasformandosi in Hulk. Sì perché nella scena finale papà fa volare dalla finestra Uolberg. "Volare" è proprio la parola giusta:
Allora, facendo due calcoli: quelli sono bei finestroni di design, vogliamo dire che sono larghi almeno 2 metri? Diciamolo. Quindi il corpo di Uolberg viene spinto fuori dalla finestra con tale potenza da fare un volo di 8 metri. Quanto peserà Uolberg? 90 chili di muscoli (e 4 di..)? Insomma quando un padre si incazza, in un Mommy Thriller, diventa un Superman. Stranamente non c'è il sorpresone finale (anzi, il film è talmente frettoloso che APPENA Uolberg muore il film finisce, manco il tempo di far vedere la famiglia che torna alla normalità). Certo non si sono risparmiati un terzo innocente Appeso, che vediamo ne:
La scena dove mia mamma si è presa un'accidente:
«Ma che film mi fai vedere! Ma mica avranno usato un cane vero? No, perché non si sa mai eh!».

4 commenti:

  1. Io quando ho scoperto che Uolberg era Marky Mark è stato uno dei momenti peggiori della mia vita.

    (mi stanno venendo 100 battute diverse con le parole "cazzo" e "faccia" ma tutte di una volgarità assurda e sono pur sempre una signora) (ops, ho detto cazzo!) (ops, l'ho ridetto!)

    RispondiElimina
  2. Si tutto fico però due cose non le hai dette!!Che intanto la scucchiona s'è beccata quello strafigone di Ryan Philippe!E che il sedere in primo piano è di una certa Alissa Milano protagonista della serie "Streghe" e fortuna che non si chiama Bacia altrimenti erano cazzi!!!!Ma ti risulta che Marky Mark ha cavato l'occhio a uno? Questo si che fa PAURAAA!!

    RispondiElimina
  3. UOLBERG HA CAVATO L'OCCHIO A UNO!?!?!?!? a parte che se l'ha fatto avrà avuto le sue buone ragioni! UOLBERG NON SBAGLIA MAI!...ora mi informo...che paura sta cosa...ma poi che ha usato? il coso?! :D

    RispondiElimina