martedì 19 aprile 2011

JUNKIE MOVIES WEEK ☺ Radiofreccia

Eroini: Stefano Accorsi "ha una voglia a forma di freccia". Ehy capito? "ha una voglia a forma di freccia". Che idea. E infatti è il protagonista di questo film di Luciano Ligabue. Il Liga. Liga Nord. Romagna mia Romagna in fiore. Certo non mi stancherò mai di dirlo, i cantanti che un giorno si svegliano e fanno i registi proprio non se po' sentì. Già quando si mettono a scrivere i libri me danno al cazzo (e Ligabue proprio ne ha scritti una marea), ma poi quando spaziano al cinema, e nei fumetti (e Ligabue ha fatto PURE i fumetti), no guarda non ci posso pensare. Ma d'altronde si sa, che il dorato mondo dello spettacolo è tutto un romagna magna. Gli altri, gli amici del baretto, sono delle ombre di stampo mucciniano (ma almeno venivano prima) con tanto di "che fine hanno fatto" finale.
I fatti: E quindi gli Anni70. Ma guarda io me le immagino proprio le riunioni tra sceneggiatori e produttori:
- Bene, raccontateci questa storia che vale la pena di essere raccontata. Questa storia per cui noi produttori dovremmo darvi i milionioni per produrre il film...
- Sì, dunque. Allora... Siamo in Itaglia. Anni70...
- Dove firmo?
Ma cos'hanno ad esempio gli Anni80 meno dei70 eh? Le pistole? Ok, dai lo so cos'hanno i sogni infranti e tutte le menate che piacciono al cinema itagliano. Qui si parla di Radio Libere. E c'è stato un biennio nel cinema itagliano (mi pare fosse il 1998/1999) che c'erano solo film di Radio Libere, come quando uscirono due film sui pinguini. Evviva l'Itaglia tutta intera e soprattutto radio liberata (poi io ormai essendo una star in FM ne posso parlare di ben donde).
E quindi il LIGA ha avuto proprio bisogno di raccontarci questa storia di droga e onde medie e gente media, come se la ricordava lui dal baretto di Mario che c'erano certe notti che la radio passava Neil Young e ballavano sul mondo. Ma sempre con la voce molto roca.
Lo spacciatore: Gli spacciatori di Radiofreccia sono CATTIVISSIMI! Addirittura spacciano ad uno che "non ha più di 14 anni"! Sono proprio dei criminali, infatti negli Anni70 c'era la banda della Magliana, Vallanzasca e gli Spacciatori Romagnoli che nascondevano la drogaina nelle piadine. CATTIVISSIMI! Vedremo come in realtà Freccia Accorsi si era lasciato irretire da uno stupido gioco di parole.
Lo spacciato: Stefano Accorsi nel "ruolo della vita". Con quella sua faccia da schiaffi e che se ne va in giro a dire stronzate come "testa dentro che qua fuori è un brutto mondo" roba che se provi a dirlo tu a uno mentre gli stai rubando in garage quello rientra con la testa e dopo un secondo riesce col fucile e ti spara. Ma il meglio di sè lo raggiunge con uno dei più BRUTTI monologhi che la storia ricordi; una tale quantità di CAZZATE tutte insieme non si sentiva dai tempi del mio esame di maturità. Vale la pena risentirlo, tanto la gente lo idolatra e lo cita a passo spinto, perché si sa, la gente non lo sanno:
Allora lasciate che vi dica una cosa: RIPETERE L'INIZIO DELLA FRASE NON SIGNIFICA PER FORZA CHE QUELLO CHE STATE DICENDO/SCRIVENDO SIA UNA COSA INTELLIGENTE! Ripetere l'inizio della frase è solo un trucco banale e macero per dare forza ad un concetto che forza non ce l'ha. Ripetere l'inizio della frase è solo un modo per sorreggere una cazzata mascherata da idea. Ripetere l'inizio della frase è uno stupido modo di aggiungere poesia e musicalità al piattume che avete in testa. Capito, sì parlo anche a voi, Muccini.
E Accorsi, nonostante sia stato "lanciato" da Ligabue come durante uno stage diving, a volte raggiunge il sincero imbarazzo, tipi quando balla da solo in una stanza e tutto il mondo fuori.
HIGH IN THE SKY: Brutta l'eroina, via buchi pussa via, cattivi. Ecco come ce la racconta Freccia Benassi col sua azzento romagnòlo:
video
(E ci sono, ci sono, ci sono... ripetita iuvantSilvia81, nei commenti di YouTube, urla disperata: "...quanto è vero...RIFLETTETE CAZZO!" E uniamoci anche noi a Silvia81, a VascoMassimo, a Raptoramnesia...CAZZO RIFLETTETE RAGAZZI! RIFLETTETE!
«Ho detto cazzo che botta»: E allora perché Benassi Ivan non ha riflettuto prima di farsi? Perché Freccia? Avevi anche una voglia a forma di frezza, perché non HAI RIFLETUTTO CAZZO!? Che non lo sai che il passo è molto breve tra le pere e le pere?
RIFLETTI CAZZO! Anche quando una ti sbatte le pere in faccia! RIFLETTI!
Perché ti fai? Certo che la droga è brutta. Preticamente finisci in overdose e se ripensi da dove sei partito proprio non te ne fai una ragione. Uno inizia per provare, per non "essere da meno", magari te la offre una tipa e tu non hai il coraggio di rifiutare. Non RIFLETTI e quando stai lì, lo fai più che altro per sentirti grande. Ti ricordi Accorsi? Ti ricordi come hai cominciato tu? Non te l'aspettavi che saresti finito così eh? Non potevi sapere che sarebbe diventata una dipendenza... E pensare che quel giorno stavi al mare e non sapevi che la tua addiction sarebbe stata colpa di un MAXIBON!
Chill Out Zone: Ma dai che alla fine questo film manco è bruttone, dai è un film del 1998 che tanto poi lo sappiamo tutti che NON è di Ligabue dai che lo sappiamo RIFLETTETE che non è suo. E che ci avrà messo di suo, il LIGA? La musica? Ma manco quella... hanno fatto i furboni e hanno messo tuuuutta una sequela di canzonissime straniere. La più ficcante eccola qui:

3 commenti:

  1. Però la scena dell'ippopotamo vale dai! e tu non giochi a "rimorso! non gioco più" in conseguenza a questo film??? :)

    RispondiElimina
  2. ps: cmq odio il liga come cantante, come poeta (essì, ha scritto pure un libro di poesie orripilanti) e anche come regista.

    RispondiElimina
  3. preferivo giocare a "rimosso" dopo aver visto accorsi in mutande...
    di ligabue mi ricordo solo quella volta che mentre lui faceva il concerto i ladri gli svuotarono casa...geni.

    RispondiElimina