venerdì 21 febbraio 2014

LE T-SHIRT DI CHICKEN BROCCOLI

MMMH.MMMH.MMMH. UÀ.
Ebbene sì. La visione di The Wolf of Wall Street ha risvegliato il mio animo da lupo capitalista (cioè de' lupacchiotto della capitale) e mi ha fatto decidere che è arrivata l'ora di monetizzare. 
È ora dei dindi! È ora degli sghei! È ora di tirare i soldini fuori dalle vostre tasche e metterle nelle mie.
E ora - finalmente, dopo quasi cinque anni, non. mi. ci. fate. pensare. - che risparmiate soldi grazie a questo cineblog (pensateci, pensate a quanti salvadanai sopravvissuti alla martellata grazie all'adagio "questo film dice Cibbì che è una stronzata, non ci vado") è arrivato il momento in cui Cibbì cerca di vendervi qualcosa:

E che cosa? Ma semplice, la cosa più banale del mondo: le magliette! Perché al mondo c'è sempre bisogno di magliette. Ne fanno pochissime di magliette d'altronde...
E che cosa hanno di speciale le magliette di ChickenBroccoli? Semplice, nulla di nulla se non il Vostro amore per questo sito, buttalo via.
C'è anche una gaia storiella dietro queste magliette: le ho fatte io! Una ad una, capito come? Non le ho fate fare da una copisteria. Vuoi mettere indossare qualcosa per cui qualcuno ci ha sudato dentro? Vi racconto.
Sabato scorso ho fatto un corso di serigrafia, che non è l'arte di scrivere cose serie, ma quella di fare le stampe sui materiali più disparati. Io ho disegnato quella cosa veramente divertentissima che avete visto all'inizio e l'ho stampata sulle magliette e sulle shopper.
Praticamente si fa così.
Fai la stampa su acetato:
Poi impressioni il telaio (che è proprio un telaio, fatto come una stoffa con la trama fittissima, se vogliamo è come se ogni quadratino fosse un pixel, da cui passa la vernice…) con una roba plasticosa che se la respiri per più di un minuto continui la giornata così:

A quel punto il telaio diventa una sorta di stencyl, dove NON c'è il disegno passa il colore.
Poi ti metti a stampare, e qui arriva il bello, perché passi dal virtuale al reale, un po' come quando dopo aver broccolato una su whatsapp la incontri per davvero e cerchi di venderle una maglietta, e via che da giovane creativo con sogni di gloria diventi in un attimo un cinese in una catena di montaggio. 

Maglietta, vernice, pressa, stendi il colore, togli. Maglietta, vernice, pressa, stendi il colore, togli. Maglietta, vernice, pressa, stendi il colore, togli. E via così all'infinito con buona pace di Saviano.
video
Ma che soddisfazione!
Insomma, habemus magliette, due canottiere in croce (che sono fichissime) e shopper (che sono quelle borsette un po' frikkettone che però se ci stampi una cosa carina si fanno indossare).
E le vendo! Insomma dopo aver creato la richiesta per cinque anni, cioè quella di non indossare magliette, ora ho l'offerta, le magliette, appunto.
Premetto che le stampe sono tutte VERDI BROCCOLO!



Per invogliarvi a comprarle ho chiamato qualche amico a farmi da testimonial per i vari modelli. Bryan indossa la maglia verde, me l'aveva chiesta blu, ma non c'erano barili liberi...
Olivia indossa il modello bianco "Perché la società crudele ci costringe ad indossare delle cose sopra i nostri corpi?" 
Megan, con la solita classe che la contraddistingue, indossa la maglietta verde
Christina mi ha mandato questa foto perché a lei l'ho regalata in anteprima...
Ryan fa spiovere sulle sue spalle a forma di ombrello la t-shirt bianca
James invece, siccome mo' c'ha sta fissa delle nudie, niente, non sono riuscito a fermarlo e se l'è tatuata addosso...
FAQ (!): Quanto costano? Come si comprano? Che misure ci sono?
Ecco la lista esatta (che nei miei sogni di gloria vorrei esaurire in un giorno, quindi, galvanizzato, ristampare in mille copie, e darmele tutte in faccia visto che quelle prime quattro vendite erano le uniche che la mia immensa celebrità mi assicurava).
BIANCA 
2 SMALL UOMO / 3 2 MEDIUM UOMO / 1 MEDIUM DONNA 
NERA
2 1 SMALL UOMO / 2 MEDIUM UOMO / 1 MEDIUM DONNA
VERDE
2 SMALL UOMO
CANOTTIERA NERA
2 DA DONNA
SHOPPER
3 2 1 NERA / 3 2 BIANCHE
Avrete notato che nel CBverso non esistono i ciccioni, tantomeno gente alta. Se siete ciccioni scrivetemi che ne parliamo.
Per comprarle dobbiamo fare quella cosa di PayPal - non iniziate a polemizzare tipo apriti Etsy, apriti un negozio, prendi un banco al mercato - nel senso che voi pagate me (il vero me, pensa che affarone, ti compri una maglietta e sai chi sono, così puoi mandarmi dei picchiatori palestrati a menarmi nel caso ti dia la sola), e io spedisco (il sabato successivo all'ordine! Non mi vorrete mandare alle poste durante la settimana!?).
Devo ammettere che ancora non so quanto costa la spedizione, che ovviamente come internet comanda, è a carico vostro… ma insomma oh, una maglietta fatta a mano da me, tiratura limitatissima, con cui vantarti con le amiche e gli amici, con cui farti le nudie da mandarmi, e che non ce le spendi… chessò, 20 euro? 15? Vabbè facciamo che sono offerte lancio:
 15 euro la maglietta
12 euro la canottiera
8 euro la shopper 
Compreso nel prezzo: telefonate notturne e broccolaggio selvaggio!
Prendi la cornetta, ChickenBroccoli ti aspetta!
Per comprare tutte queste belle cose ma quante belle cose madamadorè scrivetemi una mail su chickenbroccol@gmail.com, così vi do gli estremi per il pagamento.
E dove ci porta tutto questo? Ebbene sì - squillino i tamburi, trombino le squillo (!) - sta per nascere il ChickenBroccoli Magazine (di carte), con tanto di poster serigrafati e altri gadget virali (nel senso di marketing, non di malattie veneree).
MMMH.MMMH.MMMH. UÀ.

4 commenti:

  1. EHY! COL RISPETTO MICA CI PAGHIAMO LE BOLLETTE EH! :D daje de cash! :D

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono molto i fotomontaggi...come faccio per avere i poster?

    RispondiElimina
  3. hem. che fotomontaggi? i poster arriveranno. i poster dei fotomontaggio? mi sono perso.

    RispondiElimina