lunedì 19 novembre 2012

7 psicopatici per 1 narcolettico

7 psicopatici
Trama: Farrelo, Rockwelo, Walkenolo, Harrelsonolo, Waitsolo, Cornishola e Kurylenkola. I 7 nani psicotici.

In Bruges quanto ci era piaciuto? Ci era piaciuto tanto. Quindi figurate quando Alabrava mi ha proposto di andare a vedere 7 psicopatici io ho subito risposto "così diventano 9" eggiù le matte risate. 
Non sapevamo a cosa andavamo incontro: a due cose grandi e brutte come la fame e la pestilenza:
1) un film troppo lungo purtroppo col fiato troppo corto, dove il proto-tarantinismo ancora miete vittime. Eccone un'altra di vittima recente, anche se di pasta più riflessiva e verbosa; mentre il tarantinismo di 7psico è più caciarone e goliardico, non è detto che sia un bene. Certo c'è più ritmo, ma di killer spietati che prima di ammazzare qualcuno si lanciano i riflessioni becere/barra/idiote/barra/dinormalequotidianità è diventato noioso. Sì ok, è lo stesso campo da gioco e anche lo stesso sport, ma di fuoriclasse ne nascono pochi.
2) la vecchiaia. Per la precisione la mia, la mia che è la TERZA VOLTA CHE MI ADDORMO AL CINEMA! Ma che cazzo sta succedendo!?
A parte il fatto che la deontologia del cineblogger professionista vorrebbe che anche solo se sbatti un occhio una volta niente, visione nulla, da rifare. Il cinema va visto SEMPRE in modalità Cura Ludovico. Però a parte tutto, credo di essermi ammalato. C'ho il "rusty". Ecco il primo e più evidente sintomo del "rusty":
Dunque non crediate che abbia dormito tutto il film, quello no. Solo ecco, dunque, diciamo che, insomma.. non so proprio che fine abbia fatto Sam Rockwell. Tutti gli altri sì. Ne so 6 su 7. Dai, 6 su 7 ti promuovono pure alla patente dai.
Insomma i 7 psicopatici non sono le 7 meraviglie del mondo, anche se con un cast così già solo vederli condividere lo schermo vale il prezzo del biglietto (io poi il prezzo del biglietto lo considero ben speso se le poltrone sono comode... col poggiatesta. Prossima volta mi porto un bel plaid). Quindi ok alle scene un po' alla True Romance di Woody Harrelson gigione che gigioneggia con Christopher Walken gigione e ok Colin Farrell con le solite sopracciglie spaesate e ok Sam Rockwell che gigioneggia massimamente (forse addirittura troppo questa volta, ma a lui gli si vuole bene come a un fratello, ma che dico fratello, come a uno che ti viene a rimboccare le copertine), però il film in generale è ko.
Soprattutto perché vira, verso metà e dichiaratamente, verso il Meta. Metafilm. Meta nel senso di Colin Farrell che è uno sceneggiatore e vuole scrivere un film che si chiama 7 psicopatici e alla fine la vita è tutto un film e lui scrive la sceneggiatura e quella succede anzi no prima viene la vita poi lui ci scrive la sceneggiatura poi arrivano i titoli di coda ma si interrompono perché erano meta pure quelli. Tutto in salsa pulp.
Purtroppo si è perso quel tocco europeo che c'era a Bruges. Che partiva lento lento e finiva che era bellissimo. Qui siamo sulla brutta copia tarantiniana eccessiva, splatterosa, e caciarona. Molto male. 
Almeno gli inserti che ci raccontano le storie dei 7 psicopatici, quasi dei corti assestanti, sono molto fichi, ma poi si torna alla trama principale, e quella, no, quella è noiosa. Quasi da addormentarsi. Quas.. 
A. Sia chiaro che non vi dirò MAI quali sono gli altri due film dove ho sonnecchiato. Piacevole la microcomparsata di Micheal Pitt.
Oh, a proposito di Christoper Walken
No, scusate non era questo. Dicevo, a proposito di Walken... è da più di un anno che ho in memoria delle riprese (fatte mentre dormivo e si vede) dell'incontro con i comuni mortali fatto all'auditorium con lui che arriva sul palco, tutti applaudono, non ci si capisce più un cazzo, lui ci fa capire che la vita dell'attore in realtà non è come ce la immaginiamo (della serie che ha detto anche che non ha rivisto la metà dei film che ha fatto e che la mattina si sveglia nella sua villa e la prima cosa che fa è andare sul satellite a vedere se durante il giorno fanno qualche film dove c'è lui, il che è probabile visto che fa 4/5 film all'anno da decenni che manco Samuel L. Jackson). In compenso ci ha raccontato di quando hanno girato la scena dell'orologio nel sedere e del fatto che il vietcong russo (!) era un bancario e pure molto simpatico (questo l'ha detto TRE volte in un'ora). Siamo simili io e Cristopher, siamo vecchi.
Ecco il video in pure BroccoloHD (manco con l'iPhone è fatto, con l'iPod mini. ahiPod). Non se vede un cazzo e Walken potrebbe pure essere mi zio, ma vi assicuro che è lui. SE vi va di perdere 15 minuti nell'inutilità, sempre meglio di dormire.
video

4 commenti:

  1. In Bruges mi era piaciuto tantissimo e mi aveva fatto innamorare della citta'. Ci sono andata quest'anno, ma a Colin non l'ho visto in giro!!! :)

    RispondiElimina
  2. scusa, mi ero dimenticata di dirti che al cinema vado solo allo spettacolo delle 20:30, altrimenti rischio di addormentarmi . Peggio pure se le poltrone sono comode. Sai, cosi' non ti senti vecchio solo tu!

    RispondiElimina
  3. andiamo a dormire al cinema insieme

    RispondiElimina
  4. potrebbe essere una cosa divertente...

    RispondiElimina