martedì 17 giugno 2014

Vedevo la gente magra

I'll follow you down

Trama: Strudel?! Dove stiamo andando non c'è bisogno di strudel!

VI sono mancato ieri? Voi tanto. Tutti e tre.
Se solo sapeste per quale motivo non ho usato il weekend per scrivere tutti i post della settimana come faccio di solito... se voi sapeste. Ah be', tanto lo saprete, tra qualche settimana.
Intanto, oltre a lanciare occhiatine e a fare aumma-aumma con la bocca, posso dire che ho visto questo film, un film sui viaggi nel tempo.
Ma non parlerò del fatto che pur essendo un film sui beneamati viaggi nel tempo non si faccia altro che parlarne parlarne parlarne (e comunque tutto scritto di discreta merda, non è certo Tarantino) e poi quando finalmente il viaggio arriva, arriva talmente tardi, dopo talmente tanti spiegoni, che lo capisci dall'inizio che il morto era lui (che te credi che è uno spoiler? Ma va va...).
E non parlerò neanche del fatto che il film è un sghembo tentativo di fare un film "alla Nolan", cioè di gente che si dice cose importantissime con sguardi profondi e pause molto lunghe seduti ai tavoli di un bar, come quel meme (e c'è pure un vecchio che dice cose sagge come fa sempre Micheal Caine nei film di Nolan, solo che l'attore che lo interpreta è quello che faceva l'ingegnere del Titanic, e insomma non mi pare uno da cui accettare consigli, vista l'altra volta) solo che ecco, la pecionaggine di tutto, dalla sceneggiatura alle recitazioni, ti fa solo venire voglia di spengere. Ma io non ho spento, io no, io l'ho visto tutto fino alla ridicola fine che si capiva sin dal logo della casa di produzione iniziale.
E l'ho fatto per un motivo solo: scherzare lui:
Lo avete riconosciuto? È il protagonista del film. È uno scemo. È un ciccione. Ed è anche quel bambino (lo chiamavano prodigio) che interpretava Forrest Gump (questa è per intenditori)
che vedeva la gente morta
e che l'ultima volta l'avevi visto in uno di quegli articoli inutili tipo "come sono diventati i bambini prodigio di Hollywood" dove clicci e trovi foto tipo questa oppure questa o magari scopri che i Goonies si riducono a questo (vedetelo, fa paura). E insomma ti ricordi che l'avevi trovato così:
E ti eri vabbèddai, ce se po' sta. 
E invece, poi un giorno apri un film sui viaggi nel tempo e...
Ma te rendi conto! MA CHE È!?
MA COME TE SEI RIDOTTO? GUARDATE COM'ERI! GUARDATE COME SEI
ME PARI TU' ZIO! MA COME SE FA! MA CHE TE SEI MAGNATO VAL KILMER?
Io lo so che non si dovrebbe prendere in giro i ciccioni, lo so. Lo so come il karma istantaneo mi farà svegliare domattina, ma non resisto. Posso dire di aver pagato con un'ora e mezzo del mio preziosissimo tempo (!), vale? Ma certo pure tu:
Te credo che uno se vede er film SOLO per poterti scherzare! DAI! Ma cristo se vuoi continuare a fare l'attore è tuo DOVERE tenerti in linea! Non sei mica Jack Black! 
Pure gli show televisivi (che sappiamo essere la cosa migliore che fanno gli attori americani, spesso meglio anche degli stessi film) in cui vieni inivitato sono di una noia mortale, con giochini pure di dubbio gusto:

Te credo che è morta tutta quella gente... TA'A SEI MAGNATA!

1 commento:

  1. aò io non scrivo mai ma seguo sempre
    c.

    RispondiElimina