lunedì 8 marzo 2010

Alice guarda gli stregatti

Alice in Wonderland
Trama: Alice reloaded.

Vi devo dire una cosa. Una cosa che non vi piacerà: questo film FA SCHIFO. è un film
Banale
Ridicolo
Urticante
Tonto
Tremebondo
Idiota
Stupido
Soporifero
Imbarazzante
Millantatore
Oltraggioso
Vogliamo parlare tanto di questo film? Secondo me non lo merita, ma siccome Alice è Alice parliamone tanto. Andiamo per gradi
Tim Burton. Ok, genio. Genio? fino a che punto un artista è un genio. Quando crei un immaginario che entra nella corteccia celebrale dark e gothica di tantissimi altri adolescenti e produttori di arte (che però in mezzo ci sta anche Avril Lavigne, non so se mi spiego), ok, sei un genio. E Burton è uno dei pochi registi statunitensi dell'ultimo ventennio ad essere diventato un aggettivo oltre che un artista ("butoniano"). E "burtoniano" che vuol dire? Vuol dire guantini a righine, vuol dire alberi con i rami sempre sempre sempre spogli e arrotolati su se stessi, vuol dire che il diverso è quello che ci piace, vuol dire che la malinconia è il sentimento più bello che c'è.
Però poi arriva il momento in cui Tim Burton inizia a fare i film burtoniani. E allora che succede? Succede che si autocita, si stracopia, si autoplagia e perde ogni personalità. E alla maliconia si sostituisce la pena e anche un pò di rabbia (almeno all'inizio, io sono 5 film che non provo più rabbia per essermi "giocato" Tim Burton).
Io la vedo così: Tim Burton vuole fare Mars Attack!. Chiede alla casa di produzione di fare tutti gli alieni in stop-motion. La major gli risponde «no! non ci sono i soldi! o li fai al computer o ti attacchi!». Tim non dorme per una settimana, il dubbio è: vendersi l'anima e fare il film o rimanere fedele alla mia idea e la mia volontà di artista prima di tutto?
Parliamo di Johnny Depp. Ok, me lo farei addirittura io. Un figo pirata gitano fuori dallo star system e tutto quanto. Però sapete quanto C&B ODI le mossette a cui ci ha abituato dai Caraibi in poi (anche se già aveva iniziato in Sleepy Hollow (per inciso l'ultimo bel film di Burton, e non ditemi che Big Fish è bello, non ditemelo). E quindi ecco a voi Johnny che muove a scattini le labbra, che spalanca gli occhi, che tiene le mani in alto un pò macchietta di stilista gay, ecco Johnny che fa la faccetta schifatina. Sparrow, Wonka e ora il cappellaio= stessa cosa. è un attore questo? (GUARDATE ATTENTAMENTE LA PRIMISSIMA INQUADRATURA DEL CAPPELLAIO, guardate le labbra).
Si fa un gran parlare di questo sodalizio. Burton - Depp. Eppure a me sembra che non abbia giovato a nessuno dei due.
Vogliamo parlare del film? ok. tanto siamo qui.
Alice è una grande storia sulla fantasia e sul conformismo. non c'è bisogno che lo ripetiamo in questa sede. Non è mai stata la mia fiaba preferita (alla sdolcinatessa un pò imbambolata dell'annoiata biondina del Devonshire ho sempre preferito Dorothy, con il suo fare un pò scafatello da contadinotta del Kansas). Però Alice è sempre Alice, e tu NON PUOI farle indossare un'armatura e farmi una scena finale di 10 minuti di lotta contro un drago (u.a.u. un altro drago in CGI. incredibile no?). NON PUOI perché Alice è lo stupore e insieme l'innocenza di non capire cosa vuole il tricheco dalle ostrichette.
è già stato detto ma lo ripeto: il personaggio più riuscito del film (ahimè, che detesto come recita la Bonahm Carter, altro motivo secondo me di rovina per Burton) è la regina rossa, è la più matta, e per questo la più inserita in "sottomondo". eppure viene cacciata, evviva, il cappellaio non è più matto (o comunque la sua follia viene quasi "guarita".. ma ci rendiamo conto?).
no. questo Alice è un affronto. Quando Burton farà OZ (perché tanto ormai la china è quella, e farà fare a quel maledetto Depp tutti e tre i compagni in CGI (lo spaventapasseri con le mossette, già me lo vedo) allora sarà un affronto..personale.
non vi sono bastate tutte queste considerazioni per non ostivarvi ancora a pensare che Burton sia un genio (perlomeno ancora), e allora andate al cinema e sentite la pelle d'oca (dall'imbarazzo) quando Depp inizia a blaterare crasi malamente formulate dagli adattatori italiani e soprattutto, state attenti a quello che il vostro cuore proverà alla fine, durante la Deliranza, sinceramente il momento più ridicolo e imbarazzante che io ricordi su grande schermo.
A proposito. GLi alieni di Mars Attack! sono in computer graphic.

Vi lascio con tre cose.
Una. la prima versione cinematografica di Alice, datata 1903. Poi dici il 3D.
Due. Un articolo che ho scritto tempo fa. Illustrato da Mariachiara DiGiorgio.
Tre. Frankenweenie, un corto di Tim, quando era un genio.


Nel mio mondo ideal
Burton smetterebbe di fare i filmettini
Nel mio mondo ideal
Johnny Depp non dovrebbe far le mossettine
Che bellezza se sapessi che
quel mondo delle meraviglie
c'èèèè

3 commenti:

  1. Bello l'articolo! :)
    Molto d'accordo sul declino inarrestabile di Burton/Depp, quest'ultimo ormai non mi smuove più manco l'ormone, tanto vorrei dargli fuoco. Comunque sono quegli orridi pirati ad averlo annientato. Sweeney Todd per me è uno dei peggiori film del millennio (e siamo solo al 2010!)
    E' un peccato signoramia, con sto post il mio trolley di pregiudizi diventa una samsonite a due piazze.
    SIGH.

    RispondiElimina
  2. mi sono scordato le palate di odio per la regina bianca. dio santo, avrei voluto vederla.. nn so.. in pud di tifosi del manchester united con una sciarpa del liverpool. dio, l'odio, odino.

    RispondiElimina
  3. Potrei amarvi per questo articolo. Io amo Alice. Il libro sopratutto il capolavoro del non sense inglese..... Sta pellicola è così noiosa che non sono neanche arrivata ai 15 minuti poi ha vinto la birra

    RispondiElimina