venerdì 24 marzo 2017

CB ANTEPRIMA • Life - Non oltrepassare il limite

LIFE - Non oltrepassare il limite
Trama: Life from Mars

È bello come durante le PRECENSIONI diciamo una cosa di un film, e poi il film lo vai a vedere davvero e non solo ti accorgi di aver dato informazioni totalmente sbagliate (tipo che gli astronauti di questo film NON vanno su Marte, ma anzi stanno in una stazione orbitante intorno alla Terra - che esiste davvero! Poi vi spiego perché lo so - ma è piuttosto Marte che va da loro, come la montagna) ma scopri che un film a cui avevi dato poche lire, in realtà ne meritava di più. Cambio il mio voto da Ha il Suo Pubblico a Botta Sicura (che è come dire Chicken).
LIFE è (come ho letto sulla bacheca FB di un amico) un costoso B-Movie. Definizione perfetta, perché (altra cosa detta durante le Precensioni e falsissima, ma guarda che odio quando la gente parla senza sapere le cose!) LIFE è tutt'altro che un esponente di quella fantascienza filosofica sdoganata da Interstellar e rinnovata con Gravity, un po' Prometheus, un po' Sopravvissuto - The Martian e tantissimo Arrival, no, LIFE è proprio un bel filmazzo di "ALIENO CATTIVO vs EQUIPAGGIO", proprio che rimanda molto di più ad Alien che a 2001. Insomma è un horror, punto.
Ci stanno due americani, una russa, un inglese e un giapponese... non è una barzelletta, è l'equipaggio dell'astronave, anzi stazione spaziale, che fa da scatoletta per sardine a questo miscuglio multirazziale (nello spazio nessuno potrà sentirti urlare FUCK TRUMP!) che si ritrova per le mani la prima cellula vivente mai scoperta, che viene dritta dritta da Marte, insomma il primo ALIENO!

All'inizio è tutto uno studiare la cellula e chiamarla per nome e giocarci

fino a che qualcuno non perde un occhi. E la lingua. E tutti gli organi interni. 
Insomma tempo un giorno e da astronauti diventano tutti astronzi.
Il film non ha NULLA di filosofico, ed anvhe evviva, ma è proprio un thriller con mostro alieno (devo dire bello, un mix tra un'orchidea e una manta) che li vuole ammazzare male tutti. Oh, finalmente un po' di sana fantascienza con alieno assassino di una volta.
Gli attori, stranamente, sono tutti abbastanza sotto tono, Jake sembra passato lì per caso: è particolarmente spento, sempre piacevole, ma spento anche se ovviamente per contratto fa il suo sorriso da gridolini femminili, questo

La Ferguson idem anche se è veramente bella

non vedo l'ora che arrivi a 50 anni, sarà al suo massimo splendore, e poi c'è Ryan Reynolds che... mettiamola così, LIFE fa di Ryan Reynolds quello che Mission:Impossible 1 faceva di Emilio Estevez o Scream di Drew Barrymore. 

Nel caso di Reynolds mi è parso  l'utilizzo migliore che potessero fare.
LIFE riporta la fantascienza nelle vie latte della paura claustrofobica di essere chiuso in un a bara (anche se è grossa e bianca) insieme a un predatore spietato. Lo spazio in LIFE è fuori, non è dentro di noi come negli ultimi film di fantafilosofia che ci siamo visti. Insomma c'è vita nello spazio oltre alle massime di Osho lanciate nella stratosfera.
Bell'illustraposter:
La cosa fica di quest'anteprima è stata che non era nelle sale normali quelle sottoterra (esistono) ma all'ASI, l'AGENZIA SPAZIALE ITALIANA! Senti come suona vichingo AGENZIA SPAZIALE ITALIANA. Sembra incredibile ma è così, a Roma non passa un autobus a pagarlo oro, ma c'è l'Agenzia Spaziale. 

E in Italia abbiamo anche i nostri astronauti! Ad esempio ce n'era uno in collegamento Skype dallo spazio dall'America da uno stanzino dietro il palco... no dài scherzo scherzo, era in America e sta per decollare proprio nella stessa stazione orbitante del film. Quindi potremo aggiungere alla barzelletta "C'erano un italiano...".
Prima dell'anteprima ci hanno pure dato il cibo spaziale:
Io pensavo fosse una cosa di marketing invece no, era proprio il cibo spaziale vero degli astronauti. Mangiandolo capisci perché in tutti i film impazziscono, non è la solitudine, l'altitudine, la spazitudine, è quel riso tutto compatto che esce da quella busta che è meglio che non lo dico cosa sembrava.
Comunque strano che come dolce non ci fosse un Mars.

Insomma anche l'Italia cerca delle forme di vita intelligenti nello spazio. Ragionando un po' su questa frase ho avuto un'illuminazione. È chiaro che gli alieni non siano mai venuti sulla Terra, nessuno cercherebbe delle forme di vita imbecilli.
AH. AH. Ah. Vi ha fatto ridere Ryan&Jake? Visto che anche voi siete diventati praticamente una coppia comica:

mi prendete con voi? Facciamo un trio, altro che Trettrè. Io sarei anche il più bello.
Comunque i prossimi alieni che andremo ad incontrare solo lui

e lui

un colpo al cerchio e una alle botte, direi.
Ma la vera domanda del film è: ma quale diamine sarà il limite da non oltrepassare? 120 come in autostrada o 50 come in città?
Ah, comunque io durante le PRECENSIONI volevo fare la lista delle meglio astronavi dei film, poi non c'era tempo perché non potevamo oltrepassare il limite, di che, non lo so.
Le metto qui, in un grande ritorno di lista acchiappaclick: 
LE 10 MEGLIO ASTRONAVI DELLA STORIA (FUTURA):
Le riconoscete tutte?

giovedì 23 marzo 2017

LE PRECENSIONI • Episodio#4


MAI PIÙ SENZA PRECENSIONI!
Siamo solo al quarto appuntamento con LE PRECENSIONI di ALABAMA e CHICKENBROCCOLI e c'è già gente che si professa nostro fan numero uno! 
Se proprio dobbiamo dire, visti i precendenti:
la cosa ci spaventa... ma ancor di più ci ONORA! Continuate a seguirci PER SEMPRE!
La cosa più importante da dire di questa puntata è che ha rischiato di essere l'ultima perché io e Alabama abbiamo bisticciato perché io le dico di non urlare e lei mi dice di sbrigarmi e ci mettiamo il muso a vicenda è che la BELLISSIMA e BESTIALE copertina ce l'ha regalata ILARIA PALLESCHI! È brava e bella e ha questo sito QUI! Andateci!
Già lo so, le cover personalizzate diventeranno più belle delle puntate stesse...
Ma via che si vanno a perdere le ultimissime tacche di udito rimaste con la nuova puntata (a parte gli scherzi stiamo, episodio dopo episodio, capendo come piena di campanilismo, benessere, ritmi cubani e Luca Marinelli: 

In questa puntata i film in uscita il 23 Marzo:

♰ Tomas Milian ♰

♰ Tomas Milian ♰
Li mortacci sua.

mercoledì 22 marzo 2017

SIAMO SERIAL • Tre serie di sfortunati pilot

Sono passati già mesi, o settimane, o poche ore, da quando ho visto le prime puntate di alcuni serial che SPOILER! non ho nessuna intenzione di continuare.
A meno di ripensamenti dovuti dai vostri innumerevoli commenti supplicanti con cui riempirete il post... sai tutti quei commenti.... già... non li continuerò.
Ho visto il primo episodio di:
Una serie di sfortunati eventi
Trama: Crudele Lemòn crudele Lemòn

Che mi ha A ENNE ENNE I O TI...A ENNE I... sempre difficile lo spelling... insomma ANNOIATO, rotto le palle, messo del soporifero sonnifero in una tazzina di tè con ornamenti vittoriani mentre mi leggeva un libro rilegato in pelle di daino in una stanza con la carta da parati barocca.
Il serial è il rifacimento del mai troppo poco definito bomba film con Jim Carrey, in una delle sue interpretazioni migliori, persino meglio di quando tutti dissero "ah ma sa anche recitare", perché univa le sue facce pazze alla cattiveria e lo spavento
Ecco vedi, recensisco il serial e parlo del film. Perché l'esistenza di questo serial è per me quasi incomprensibile. È UGUALE al film, pare proprio che hanno preso gli stessi costumi, le stesse scenografie, la stessa fotografia. Addirittura gli attori sono identici, con particolare sconvolgimento per la somiglianza gemellare della protagonista con quella del film, che se è vero che quella divenne Emily Browning
attendiamo un lustro per vedere quanto bella diventerà lei
In tutto questo tripudio di carta carbone però hanno peggiorato il ritmo, che ovviamente è il triplo più lento e noiosetto. 
E, ribadisco, Neil Patrick Harris NON È Jim Carrey. 
Per quanto sia simpatico e bravo e tutto quanto, nessuno può essere Jim Carrey.
È la prima volta che qualcuno si mette nella posizione di essere confrontato direttamente con un personaggio intepretato da Carrey, e mi rendo conto che tutto quello che ha fatto Carrey dovrebbe essere intoccabile. Come gli 007 dopo Connery, come sono immaginare la figura barbina che ci farà il prossimo Indiana Jones, come il problema più grave dell'universo cinematografico supereroistico dei prossimi anni "chi farà Wolverine?".
Quacuno può solo immaginare un nuovo Ace Ventura? Un altro Mask? Tremo all'idea dell'arrivo del serial di Truman Show.
Jim Carrey. Jim Carrey. Jim Carrey. (spero che ripeterlo tre volte lo faccia riapparire come col Candyman). Jim torna tra noi, che fine hai fatto? Non ti si vede da... da... Kick Ass 2? Ah no, hai fatto Scemo + Scemo 2... È comunque troppo tempo. Ci manchi.
Non mi mancherà per nulla il resto della sfortunata serie, anche se è stata rinnovata già per la seconda stagione.
Ho visto anche il primo episodio di:
Taboo
Trama: Tom Sgrunty

Che mi ha A ENNE ENNE ENNE ENNE TI... annnnt... 'sto spelling... insomma sfrantumato i coglioni, proprio mi ha lanciato nel collo una freccetta imbevuta di sonnifero con una cerbottana di bambù come un selvaggio della foresta africana, quella da cui torna Tom Hardy, protagonista assoluto (e anche produttore e altre cose) di questa serie in cui lui recita, TUTTO il tempo, così:
Senza che perdiamo troppo tempo (la serie è lenta, nebbiosa, sporca, a magari con le puntate migliore - ma ho saputo che no - e magari vi piace pure eh, ma io l'ho mollata al 45esimo grunt)
Però per farvi contente (e contenti) ora vi metto qualche gif di Tom che tanto quello vogliamo vedere tutti
Ah non vi basta. Allora sappiate che in giro ci sono anche le foto dello sbirulo di Tom mentre girava, una cosa del genere:
NO! NON VE LA LINKO LA FOTO SENZA CENSURA MATTACCHIONA! NON LINKERO UNA SINGOLA LETTERA DI QUESTA FRASE LINKANDOVELA PER IL VOSTRO LUDIBRIO! NO! È TABOO!
Poi ovviamente ho visto anche il primo episodio di:
Legion
Trama: Con le mutante in testa

Che mi ha A TI A ESSE IPSILON...atasy... insomma annoiato, non proprio fatto implodere l'organo riproduttivo, perché qualcosa di interessante c'è, non certo geniale come ormai TUTTI dicono di TUTTI i serial, che sono TUTTI "mi ha fatto esplodere la testa", "geniale", "mai più senza" "bing bong watching!" meme subito ridere
 
Questo qualcosa di interessante in Legion è il cambio di registro continuo che, già nella prima puntata, la serie sembra voler fare il suo marchio di fabbrica.
Sembra di vedere un'ora girata da tre o quattro registi diversi (quindi cambio di registo, ah...), si passa dal superoico classico con gente che sposta le cose con la sola imposizione del mignolino




o tipo la scena in cui al protagonista (che è il figlio apocrifo di Xavier, infatti si parla di X-Men, ma sono slegati dai film, infatti non appare Wolverine) che fa esplodere tutto al ralenti




cosa vista e stravista, anche se sempre di un certo effetto e che almeno ha dato il La per un'istallazione promozionale figa (ma anche questa stravista

ai balletti tipo bollywood che non sai se sono una cosa divertente o sfigatissima


Legion Dance Scene gif
a certi personaggi che sembrano usciti dal Team Zissou (cappellini e vestiti strambi), a roba horror inquietante che mi ha ricordato Spawn (forse c'entra pure qualcosa e per gli fumettespertoni sto dicendo delle castronerie? Chisseneà) e che poi è l'unica cosa che mi ha veramente interessato

Protagonisti l'ex-damerino di Dowton Abbey 

ora Bestia. Non quella blu:

la reginetta dell'indie american Aubrey Plaza

che fa la stranetta che è l'unica cosa che sa fare meglio e comunque se fanno il film di Daria lei è effettivamente perfetta:

e altri attori a caso.
Va bene, l'ambientazione manicomio per sedare i superpoteri e far credere ai mutanti di essere pazzi è abbastanza nuova, praticamente l'Esercito dei 12 mutanti

ma tanto a fine puntata sono già scappati quindi.
Legion è l'unico a cui vorrei, potrei, darei una seconda possibilità, anzi facciamo che il Broccolo è più dovuto all'aver visto la premiere in una settimana di noia totale in cui i pensieri BASTA CON LE SERIE! BASTA COI FUMETTI! BASTA COI SUPEREROI! B I ESSE ESSE TI ESSE... erano particolarmente presenti, quindi potrei un giorno ammettere di essermi sbagliato.
Facciamo che appena finisce me la vedo tutta insieme, perché, almeno rispetto alle precedenti due, qui almeno ci sono superuomini che hanno poteri. E poi voglio capire chi è sto ciccio inquietante qui

Ma da un interesse tiepido a MASTERPIECE! GI I ENNE ENNE ENNE I O! ce ne passa.