lunedì 31 maggio 2010

C&B HOMEWORK#3

Siete i peggiori studenti che ho mai avuto! Neanche una che si scriva sulle palpebre qualche messaggio come facevano le alunne del Professor Jones.
E allora vediamo se con dei compiti più ridarelli vi divertite e li fate, sfaticati...
Kick Ass: perché la piccola Hit Girl "spacca culi".
Semi-Pro: perché Love me Sexy fa ridere, fa proprio ridere. Anche se Ferrell ripete i clichè.
La prima cosa bella: è italiano ed è BELLO.

La regina dei castelli di cacca

La regina dei castelli di carta
Trama: Lisbeth Salander fa questo, Lisbeth Salander fa quello.

Ma io pure però non mi capisco da solo. Ho tipo 200 film in attesa di visione e poi arrivo a sera e mi vedo i peggiori dei peggiori e neanche io so perché. Dopo aver letto i libri che mi hanno fatto schifo, aver visto il primo film che mi ha fatto vomitare e il secondo film che mi ha fatto ribrezzo, che faccio? mi vedo pure il terzo. Sì, quando tocco il fondo, mi piace scavare a mani nude.
E che cosa ho visto, un film che è più lento di una renna zoppa fatta di ketamina che striscia su una strada in salita coperta da un metro di neve trascinando una slitta senza lamine con sopra un elefante e Lisbeth Salander.
Scusate, sto cercando di smettere.

domenica 30 maggio 2010

Supermarket Lunedì, FIGA tu eri lì

Cashback
Trama: film delle idee. purtroppo c'è di mezzo l'amore.

Ho visto questo film SOLO ed ESCLUSIVAMENTE perché sulla locandina c'è una figa. Proprio per sottolineare che tira più spettatori un pelo di figa che un carro di horukai. Non me ne vergogno proprio no.
Poi ci sarebbero anche tutte le idee. Avete presente i film delle idee? Sai tipo Amelie (fototessere.lacollanellemani.ilmotorino.lemanineifagiolini) oppure ultimamente 500 days of summer, insomma dai, quei film che raccontano la vita di tutti i giorni però ci mettono in mezzo le "idee carine" che allora tutto diventa un gigantesco smarties colorato e tutti siamo belli e tutti siamo innamorati e tutti siamo simpatici e tutti siamo innamorati della vita e delle idee.
In questo film, come in tutti gli altri film, ancora a parlare di 'sta cazzo di "cosa" che è l'amore. mi piglio mi lascio la amo la penso. sai no, tipo:
-fermo il tempo (cinematograficamente parlando proprio come hiro nakamura, porto la mia ragazza in mezzo ad una nevicata e, che romantico cicciolo trottolo che sono, ci baciamo in mezzo ai fiocchi di neve sospesi.
ma. de. che.
Purtroppo le idee carine (più che altro di regia e ancora più che altro "rubacchiate" in giro da altri film e da video musicali) affossano Cashback in una mediezza abbastanza noiosa.
L'unica cosa che almeno non tradisce è che questo film romanticomania, è pieno di figa.
Vi risparmio quindi la visione del film e vi regalo la visione...

PAROLE SANTE!
vedere un qualsiasi attore passato per Harry Potter non vestito con una divisa di Hogwarts, niente, non pare vero. Il protagonista di 'sto film è Oliver Baston, capisci ammè.

Accoppaut

Cop Out
Trama: Bruce Willis simpatia con un altro nero simpatia. Fanno i poliziotti, e poca simpatia.

Ma Bruce Willis quante volte ha fatto il poliziotto? Più di Robert DeNiro e Al Pacino messi insieme, li voglio contare... questa volta è di nuovo simpatia (ma spara meno cazzate e meno pallottole di John McLane, quindi a che serve?).
è notte troppo fonda per non dirvi la vera verità senza perdere altro tempo: questo è un film inutile, fa ridere due volte per sbaglio, per inside joke cretini come piacciono a Kevin Smith (la regia di questo film l'ha fatta KEVIN SMITH?!? brutta la vechiaia, pure per i nerd). e che capiscono solo nerd come me.
Ma il nero protagonista? Ma chi è? Che ha fatto per meritarsi un film da protagonista insieme a Bruce Willis?
Comunque la qualità di un film la vedi anche dalle font usate per i titoli: se usano questo di sistema (si chiama cracked e fa schifo)
non aspettarti un bel film. come cazzo ti viene in mente di usare per i titoli di un film con bruce willis un font di sistema. Manco i film italiani! Almeno qualche effetto lo fanno (chessò, nome normal e cognome bold).

Season Finalis

Oltre a Lost qui a C&B si è visto le season finali di (no spoiler, giuro):

FRINGE - s2
niente, palloso e banale. cioè, le storia delle puntate singole non valgono una cicca. Hanno fatto qualche cosa carina (il logo e le scritte rètro per la puntata nel passato) per poi rovinare tutto con quella schifosa puntata pubblicitaria per Glee dove tutti gli viene la canterina.
Vabbè, lo continueremo a vedere nonostante tutto, per sport.
Protagonista femminile valida come una tacchina ripiena, colpi di scena telefonati che manco fosse stato il flashforward di...

FLASHFORWARD - s1 (e unica)
Mi è piaciuto FF, diciamo che non mi ha mai davvero "rotto" (tranne la storia del medico e della giapponese). Però nelle ultime due tre puntate si sono proprio sbrindellati e la tensione è caduta ai minini (che dovrebbe a rigor di logica essere il contrario. forse già sapevano che hanno cancellato la serie. quindi, fanculo loro che alla fine mettono un sacco di fottuti elementi misteriosi, anche se non capiremo mai cosa fossero (a meno che non spostano le riprese a Civitavecchia per risparmiare...)

insomma, due season finali niente niente de che. V Visitors ho smesso che davvero fa schifo.
CHE ME VEDO?! si accettano conigli che non siano Glee, cantano troppo.

sabato 29 maggio 2010

venerdì 28 maggio 2010

Zombie Suzette

La Horde
Trama: poliziotti pulp vs gangster da banlieue vs zombie (anabolizzati)

Non si sa da quanto tempo aspettavo questo francioso film zombie. Poi è arrivato e, che delusione.
A parte il fatto che questi giorni sono impegnato in una "cosa" stressante stressantissima importantissima che mi costringe a USCIRE DI CASA ogni sera! ogni sera! vi manco lo so (ai commenti in sospeso ripondo. non li metto che sennò me li scordo lì). e i film si stanno accumulando come l'immondizia nella pattumiera... e il divano sta PERDENDO LA MIA FORMA! gravissimo.
La horde, uau, zombie francesi! Uno si crea tutte le aspettative che un film francese horror promette, in più ci aggiunge le aspettative di un film zombi... e poi che si ritrova in mano: un adrenalinico vorrei-ma-non-posso film girato con una fotografia pessima con tutti dei negri che sparano, dei bianchi che sparano e tengono tutti le pistole come andava di moda nel 1994, tutti che si guardano in tralice e si urlano parolacce. Il problema è che lo fanno molto seriamente... il ché li rende ridicoli. Ed essere ridicoli in maniera involontaria è... ridicolo.
Avrei voluto fare il conto delle pallottole esplose come ho fatto per le porte di Muccino, ma avrei dovuto contare fino a 25.689 e non sono sicuro di saperlo fare... cosa viene dopo il 25.689?
Il fatto che gli zombie rappresentino il ghetto, le difficoltà del ghetto, la vita morta del ghetto, i gatti dei ghetti, come dire, sticazzi.
Uffa però, le aspettative.

martedì 25 maggio 2010

And Now I'm LOST

LOST
(spoiler Dharma alert. leggete se non interessa e non leggete se interessa troppo)

Ok. vi racconto del sogno che ho fatto stanotte. giurin giurello che l'ho fatto.

C'erano Charlie (personaggio che non ho mai amato molto) e Desmond (personaggio preferito ever, non solo da me) che parlavano seduti ad un tavolo di un pub. come quello di quell'episodio in cui Desmond "indovina" la partita e poi fa a botte e poi incontra Charlie fuori che suona).
charlie diceva a Desmond, con fare sornione, che non importa quali sono le scelte che facciamo, quanto ci sbattiamo, tutta la fatica che facciamo. Alla fine ci sarà sempre e solo la luce. La pace.

Banale? Banale come il finale di LOST? Quello che da subito, dalla prima puntanta, ci siamo detti: SONO TUTTI MORTI, E L'ISOLA è UNA SORTA DI PURGATORIO.
Sì, ce lo siamo detti, ce lo hanno detto gli sceneggiatori, i blogger, tutti.

E allora facciamo così: ci sarà una versione superficiale, quella degli spettatori che non capiscono, che non rispettano, che non si impegnano, ci sarà la versione del SO' TUTTI MORTI, CHE CAZZATA.

E poi ci sarà la versione di chi ha creduto nell'isola, chi ha tifato per Jack, o per Locke. Ci sarà la versione di chi ha accettato il finale di LOST come l'unico possibile.
Il cerchio che si chiude. L'occhio aperto del primo secondo, l'occhio che si chiude, in pace, nell'ultimo secondo. E C&B è di questa scuola. Difenderà il finale di LOST sempre.
Lo difenderà perchè è duale, fatto della parte "facile", la la parte del "so'tuttimorti", quindi il finale che giustifica TUTTO quello che è successo perché in fondo è "successo nella loro testa" e che quindi rende credibile, o quantomeno giustificabile, tutto, e voglio dire tutto.
E poi c'è il finale che entra nel cuore, ed è quello che ci sbatte in faccia la materia di cui siamo fatti. Siamo ricordi. Noi siamo i ricordi di quello che abbiamo fatto, gli altri lo sono dentro di noi, e, una volta morti, saremo ricordi in chi resta.
Ho sempre pensato a cosa direi ad un bambino, un figlio, se mi chiedesse dove andiamo una volta morti. Non credo in Dio. Ma dire ad un bambino che diventiamo terra mangiata dai vermi, non potrei. C'è una cosa che penso gli direi, gli direi che ci dividiamo in tantissimi frammenti, che luccicano come diamanti, e veniamo sparsi nelle persone che restano, diventiamo ricordi.

Come dicevo, accetto il finale di LOST, evitando di pensare troppo a "ma la realtà vera qual'è?", ma perché alcuni personaggi "ascendono" e altri no"? "ma i personaggi morti prima che fine fanno (tipo mk. eko? il fratello di mr. Eko? Il ragazzo della figlia della Rousseu? Il tizio che stava nella botola prima di Desmond? tanti tanti altri...) evitando di dire: certo il finale del tutti morti da subito vi ha tolto da mille chili di patate bollenti che avete disseminato negli ultimi sei anni in questa serie (i numeri, piedone, l'isola affondata che poi non affonda, o sì? la Dharma. Fumo nero è la "vita"? vado avanti? inutile..)

Mi soffermerò però sulla capacità degli sceneggiatori di averci fatto dimenticare, appassionare, gridare NOOOO, farci chiedere mille e mille volte ma non sarà che..." (e ora sopportare la consapevolezza) che sì: ERANO TUTTI MORTI.

L'apparizione di Shannon è stata accolta in casa C&B come un'apparizione mariana.

Amen. o tutte le altre parole religiose che significano:
Così sia

e oggi è così, che è un cazzo di giorno in cui C&B non ha voglia di scherzare per nulla. perché è un giorno in cui C&B ha pianto. ed è strano starvi a scrivere 'ste cose su un fottuto blog di merda. Eppure, aver visto l'ultima puntata di LOST ieri, con quello che voleva dirmi, o con quello che io ho voluto leggerci, è una cosa strana, del destino se volete, e alla fine, come questa miriade di puntate di un telefilm americano pompato dalle attriciucole carine, dai bellimbusti con la barba sfatta, dalle banalità del bianco nel nero, e del nero nel bianco, dai soldoni della FOX che ha centellinato le anteprime... insoma al di là di tutto questo alla fine pensi che ci sono solo due cose che contano. La vita. E la morte. Ad alcuni non serve un telefilm, o un film, o un libro per pensarlo, li chiamano filosofi, asceti, dèi. A C&B, che vive di immagini, servono.

sdrammatiziamo? ok. chi sa se avrei seguito per sei anni 'sti 20 scemi che si dannavo la vita, e la non-vita, quando per risolvere tutto sarebbe bastato questo...
oggi la più bella canzone del mondo è questa. anche se non c'è in LOST

Previously on... LOST.

Lost. The End.

Ne parleremo fino a perdere ogni sillaba.

E dopo tutte le parole, tutte quante, LOST rimarrà comunque la miglior serie prodotta per anni.
Da anni.

Per inciso: C&B accetta il finale di LOST, lo accetta come fa Jack.
Perché è questo che siamo stati chiamati a fare. Era il nostro destino, dalla prima scena del primo episodio.

Good Bye.

domenica 23 maggio 2010

venerdì 21 maggio 2010

push the botton

lost my mind

Propaganda.

Iron Sky
speditegli i vostri soldi perché C&B VUOLE vedere questo film.

giovedì 20 maggio 2010

Unico sfizio la luna piena aka Lawrence s'arrabbia

The wolfman
Trama: Ma l'uomo lupo sotto la pioggia, puzza di cane bagnato? Ma l'uomo lupo quando incontra la donna lupo, gli odora subito il sedere? Ma l'uomo lupo te le porta le ciabatte? Ma l'uomo lupo se lo castri, s'incazza?

Prima di tutto denunciate il curatore della colonna sonora per plagio perché ha copiato dalla prima alla settima nota l'O.s.t. del Dracula di Coppola. Vi giuro una cosa scandalosa.
Poi. Il film parte dopo un'ora di visione. Cioè tutta la prima ora ti fai due coglioni quadri, roba che ti metti a grattarti le orecchie con la zampa posteriore.
Poi finalmente Fra' Benicio si trasforma coi controcazzi e ci fanno vede sto lupo in CGI, che salta galoppa nella città, mangia e sgranocchia ogni beltà... e il film porta a casa la pagnotta, il Chappi.
Però la sensazione di scopiazzatura dal Dracula è davvero troppo forte e ti si attacca addosso come una zecca, facendo finire il film presto nel dimenticatoio.
Anthony Hopkins, se non ti va di recitare, dai stattene a casa. Ho letto un'intervista proprio relativa a questo Lup Man, in cui raccontava che molti dei suoi film neanche li ha visti, arriva sul set, dice quello che deve dire, e via, per altre nuove campagne inglesi. Ora, tu sei pur sempre quel fico di Lecter, perché devi cadere così in basso? Io capisco che poi il "mestiere" ti porta a fare le cose per routine...però, insomma, insomma.
Non ti fa per nulla gridare u.aaauuuuuu!


VVSON TORNATI I TEMPI LUPI!VVV
Io volevo essere lui, cioè non Micheal J. Fox (ma quindi si sarebbe dovuto trasformare in una volpe). Io volevo proprio essere Lup Man e fare surf sui camioncini coi Beach Boys e anche fare teatro vestito da Sudista e anche la scena del camerino. Invece alla fine sono peloso e basta.
Miglior trasformazione ever. Altro che computer derca. Nozionismo: per far crescere i peli hanno fatto dei pezzi di corpo finti, con i peli già di fuori. Poi li hanno filmati tirandoli dentro. Poi hanno montato al contrario, tac! Lo si deve a Rick Baker (che ci vinse un glabro oscar), colui guarda un po', ha fatto anche il trucco peloso di questo wolfman qui. oibò. il nozionismo, che interessante.

Jack Nicholson prima dello zompo
Bambini, venite nel lettone!
Dog Soldier, mondo cane!
Sei bello te.
IO SONO l'UOMO LUPO FAMELICHO! SE C'è LA LUNA PIENA SAI CHE ARROSTO TI FARò! BLEAH!

guardate come i giapponotti si sono ridisegnati il poster a loro immagine e somiglianza orririfica...
a me da domani chiamatemi L'uomo Cupo, ok?

mercoledì 19 maggio 2010

APRITE QUELLA PORTA!!! altrimenti il film non continua...

Baciami ancora

Trama: Una porta si apre
Una porta si chiude
Una porta si apre
Una porta si chiude
Una porta si apre
Una porta si chiude
Una porta si apre
Una cancello pure
Una porta si apre
...c'è dietro uno con una figlia in braccio.
Una porta si apre
...c'è dietro Mengacci col codino...
Una porta si apre
Una porta si chiude
Una porta si apre
Una porta verde si chiude
Una porta si apre, bu! pussa via vecchia bertuccia...
Una porta si chiude
Una porta si apre
Una porta si chiude
Una porta si apre
Un'altra porta si apre
...è ancora Mengacci, niente, non te lo levi di torno...
Una porta si chiude
Una porta si apre
Una porta si chiude
Che faccio apro?
Una porta si apre
Una porta si chiude, che c'è la donna delle pulizie
Una porta si apre, la stessa di prima, qualche tempo dopo
Una porta si chiude
Una porta-finestra si apre
ancora non so se aprire o no...
Una porta si chiude
Una porta si apre
c'è dietro Favino che frigna...
Una porta si apre
Una porta si chiude (cazzo, ho lasciato le chiavi dentro)
Una porta si chiude
Una porta si apre
Una portone si apre
Una porta si chiude
ecco questa è la trama del film.

Non mi ricordavo che nell'Ultimo Bacio recitasse anche giovanni di aldogiovanniegiacomo.

Comunque Muccino è il più pariolo del mondo.
Mentre guardavo questo film mi è venuto in mente non so perché che fare un lavoro creativo ed essere dei geni non serve a un cazzo. Perché il pubblico a cui ti rivolgi, in fondo, cioè diciamo se vuoi fare soldi, è il pubblio medio, allora è meglio che tu faccia venire le idee medie a degli impiegati medi, così loro possono capire le menti medie e colpire nel segno (parlando ad esempio di pubblicità televisiva). Allora ho deciso che se mai avrò una società di pubblicità mia assumerò solo i candidati che considererò più banali e privi di inventiva, sarò così sicuro di avere un campione del pubblico. La società chiaramente la chiamerà Leo Broccolèt, e all'entrata, al posto delle mele, dei bei ciuffoni di broccoli per i clienti.
Come? Muccino non voleva farmi pensare a questo ma voleva farmi pensare per 135 minuti (due ore e 15 amici 2 ore e 15 l'orario è giusto per il signor Muccino, papapapapapapa) alla vita, i destini, gli amori i tradimenti i sentimenti i turbamenti i filamenti i dementi i denti identici gli uomini le donne lui lei le situazioni di lui e di lei?... ma Muccino... ma con me SFONDI UNA PORTA APERTA!

Gabrie', e l'avemo capito che sei amico di Will Smith! ennamo! ebbasta'mpo'!

Il film? non ne sentivamo la mancanza, proprio no. (e io non sono totalmente contro Muccino, sia chiaro, ma stavolta esagera, è la macchietta di sè stesso e l'errore peggiore del mondo, non regala al film dei "tempi". Dei momenti che come un metronomo definiscono la velocità di un'esperienza cinematografica. qui è tutto un flusso di parole sospirate dette col fiatone (che seppure è stata una caratteristica distintiva del muccino-pensiero, qui è portata alle estreme conseguenze, quindi intendo il pneumotorace).
Facciamo una prova, prendete un bel respiro e ripetete con me, in una sola botta questo:
Io ti amo ma ti amo veramente ma che cazzo vuoi da me io mi devo sentire libero voi siete dei morti dai partiamo insomma che cosa volete o m'hai fatto prendere un colpo ma in fondo la vita è quello che scegliamo la mia occasione persa non ti ho mai amato tu sei la donna della mia vita io ti ammazzo io mi ammazzo vai via apri la porta chie è tu sei l'uomo della mia vitah..."
ecco il film è tutto così.
in tutto questo spicca un Favino geniale, fascistone e "coi valori", che è il personaggio meglio scritto e meglio recitato. Muccino se l'era fatto scappare la prima volta, relegandolo a saltatore di ponti, poi, quando è scoppiata la Favino mania, se sarà magnato le mani, lasciando il mignolino, il più prelibato...a Will Smith.. che lo ha dato al suo dobberman.
tiatitirirititaitititiitititt (fandango tango e toccafondo che balla)